Passare Natale lontano da casa, tra nostalgia e riflessioni

E’ così, quest’anno ti trovi lontano da casa, perchè non hai avuto la possibilità di prenotare il biglietto, perchè hai preferito restare nella città in cui vivi, perchè devi lavorare.

Possono essere tanti i motivi per cui quest’anno fai i conti con un natale diverso e con le emozioni che questo porta con sè.

Magari sei dall’altra parte del mondo, eppure il pensiero di casa è più presente che mai.

Un altro punto che forse ti trovi a dover affrontare, è la gestione della reazione da parte della tua famiglia alla tua assenza: esercitano pressioni, rivendicano la tua presenza, non battono ciglio, oppure, semplicemente sono dispiaciuti, e tu insieme a loro.

La nostalgia è il dolore connesso al desiderio di tornare a casa (in greco nòstos e àlgos). E’ un sentimento collegato sia all’aspetto spaziale, quindi ad un luogo ora lontano, che a quello temporale, ovvero in relazione al tempo passato, quello della giovinezza, con le sue gioie semplici.

Se sei nostalgico quindi, è perchè ti vengono alla mente immagini serene della tua casa, dei tuoi affetti, di quei tempi in cui eri tranquillo. In questo fantasticare subentra anche un processo di idealizzazione, e quindi il ricordare e dare enfasi soprattutto agli aspetti belli che vivevi proprio quando eri bambino e a cui leghi la tua esperienza di casa.

Forse quindi, vivi queste feste natalizie con questo spirito, tra paradisi perduti d’infanzia e malinconia della lontananza.

Durante le feste, in special modo a natale e alla fine dell’anno, siamo soliti porgere uno sguardo indietro all’anno appena passato e fare dei bilanci. Quando siamo lontani da casa, questo equivale spesso a riflettere sulle decisioni fatte, sul peso che la lontananza ha per noi, su cosa stiamo costruendo e su cosa vogliamo per il nuovo anno. I bilanci sono specifici, fanno riferimento alle priorità, ai costi e ai traguardi che abbiamo raggiunto durante l’anno.

Le riflessioni che fai, sono il riflesso dei tuoi successi, delle tue difficoltà, delle tue esperienze e delle tue speranze.

Vivere lontano da casa in momenti importanti per noi, ci dà l’occasione per interrogarci, scoprire quali emozioni proviamo e che significati diamo ai rapporti, agli eventi e alle nostre scelte.

Ti lascio qualche spunto, con l’augurio per questo natale di trovare comunque calore, nutrire il bisogno di vicinanza e trarre qualcosa di ricco per te.

  • Crea occasioni speciali di contatto: puoi considerare la possibilità di fare una video chiamata con la tua famiglia durante l’apertura dei regali, oppure in altri momenti per te cari che vuoi condividere.
  • Ripensa alle tue aspettative: se fossi a casa, sarebbe davvero tutto così magico? E i dissapori? La noia? Riconsiderare la situazione in modo realistico modifica l’esperienza che fai e la rende più tollerabile.
  • Lasciati vedere triste: se ti dispiace essere lontano proprio quei giorni, non viverlo da solo, permettiti di parlarne e di sentirti più vicino ai tuoi cari in questa esperienza.
  • Condividi la nostalgia con i tuoi compagni di vita: parlare con persone che vivono la nostra stessa realtà, come altri expat, regala conforto e scambio sincero.
  • Crea un’esperienza calda: porta nel tuo natale qualcosa di familiare, che ti faccia stare bene.
  • Costruisci nuove tradizioni: stare soli ci dà l’occasione per focalizzarci su di noi. Pensa a cosa vuoi creare di nuovo: un piatto tuo, un gioco, un rito o altro. Puoi considerarle come mattoncini della tua tua esperienza come individuo adulto, appartenente anche ad altri gruppi sociali, alla scoperta della vita su misura per te.

Un abbraccio,

Giulia

Questo articolo ti e’ piaciuto e vuoi ricevere i prossimi post? Iscriviti alla newsletter sbocciare all’estero!

 

Condividi l'articolo

giulia salerno

Mi chiamo Giulia, sono psicologa esperta di espatrio e psicoterapeuta. Aiuto gli italiani all’estero e i rimpatriati a superare le difficoltà e vivere la vita che vogliono.

Mi trovi nel mio spazio di terapia online e sui social

Sbocciare all'estero

Iscriviti alla newsletter sbocciare all’estero per ricevere riflessioni, incoraggiamenti e ispirazioni.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Torna in alto

Contattami

Se vuoi contattarmi scrivimi qui, io intanto inizio a versare una tazza di te’ anche per te

Seguimi sui Social

Mi trovi nel mio spazio di terapia online e sui social :