Ti senti in balia degli eventi? Torna al volante della tua vita

Ci sono periodi in cui ci sentiamo in balia della corrente delle circostanze, spinti da pressioni esterne, piegati dagli eventi e persi rispetto alla nostra direzione.

Oppure più semplicemente, non percepiamo una chiara bussola interna e sentiamo che abbiamo poco potere di cambiare le cose ed agire sulla nostra vita.

Nel mio lavoro osservo spesso tre atteggiamenti rispetto alla vita e agli eventi. Oggi voglio condividerli con te perché spero possano esserti utili per riflettere sul tuo modo di approcciarti e per considerare l’importanza di prendere in mano le redini della tua esistenza!

  • Vittimismo: questo atteggiamento è tipico di chi dice <<capitano tutte a me>> oppure <<non posso farci niente>>. Spesso la sensazione associata a questo atteggiamento è di essere in un limbo, uno stato di immobilità, ingiustizia, rassegnazione, chiusura.
    Inoltre chi vive gli avvenimenti in questo modo, ha spesso la convinzione di non avere gli strumenti per cambiare e affrontare le situazioni. In breve, sottovaluta le proprie capacità adulte di poter agire ed essere attivo protagonista della propria vita.
  • Ostilità: questo atteggiamento è tipico invece di chi dice <<è colpa sua>> oppure <<è colpa di ciò che mi è capitato>>. La sensazione, è che la propria felicità sia continuamente minata e minacciata da fattori esterni, e di conseguenza, che si abbia poco potere rispetto a tutto questo. Chi è ostile nei confronti dei cambiamenti, crea un muro di rabbia tra sé, gli altri e gli eventi. Portare avanti questo atteggiamento significa perdere di vista la possibilità di dare significati diversi a ciò che ci accade, e soprattutto evitare di domandarci cosa potremmo fare per cambiare davvero le cose e rendere la nostra vita migliore.
  • Responsabilità: questo atteggiamento nasce da pensieri come  << la mia vita dipende da me>>  <<posso cambiare>>  <<posso affrontare anche gli eventi duri>>. La sensazione associata a questo atteggiamento è di energia, potere, fiducia nella capacità di agire. Sentirsi responsabili della propria vita non significa avere il controllo su tutto, piuttosto avere la consapevolezza di poter agire sui nostri pensieri, sulle nostre emozioni, sui nostri comportamenti. L’utilità di questo atteggiamento è di poter decidere quale significato dare a ciò che ci accade, come reagire alle difficoltà e come agire in una data situazione.

Ciascuno di noi ha dei momenti in cui si sente scoraggiato e arrabbiato rispetto a ciò che vive, questo è normale. Il problema è che a volte possiamo alimentare queste emozioni e a lungo andare auto-bloccarci, “abituandoci” a sentirci così e a non far nulla.

In linea con ciò, una nota sul mio titolo: come mai ho scelto la parola “TORNA” invece che “ESSERE” (padrone della tua vita)? Perché la responsabilità è un allenamento. 

La sensazione di vittimismo e ostilità è un “segnale” che ci ricorda che è il momento di tornare al volante della nostra vita e di rimetterci al posto del conducente.

Ci ricorda anche che abbiamo bisogno di accendere il nostro Gps interno, fare delle scelte sulle strade da percorrere e agire muovendo il volante.

A volte decideremo di prendere un passaggio, altre di salire sul primo mezzo di trasporto che capita, il punto starà nel ricordarci ogni volta che possiamo scegliere dove andare e appunto rimetterci al volante.

L’allenamento quindi, sta nel riconoscere questi segnali e farci ogni volta la domanda: quale azione concreta posso compiere per crescere in questo momento?  

Ciò che noterai, è che più compirai azioni concrete per migliorare la tua vita, più avrai fiducia nelle tue capacità di cambiare e di riuscirci, io lo chiamo il circolo virtuso dell’azione, una sorta di mulino con il quale possiamo alimentare la nostra autostima.

Concludendo…

Non abituarti all’immobilità e al risentimento, non lasciare le tue potenzialità inespresse e la tua spinta vitale imbottigliata, la tua crescita è importante ed è nelle tue mani.

E tu quale atteggiamento assumi di solito? Ne sei soddisfatto?

Se questo articolo ti è piaciuto, puoi ricevere i prossimi post iscrivendoti alla newsletter sbocciare all’estero qui sotto.

 

Condividi l'articolo

giulia salerno

Mi chiamo Giulia, sono psicologa esperta di espatrio e psicoterapeuta. Aiuto gli italiani all’estero e i rimpatriati a superare le difficoltà e vivere la vita che vogliono.

Mi trovi nel mio spazio di terapia online e sui social

Sbocciare all'estero

Iscriviti alla newsletter sbocciare all’estero per ricevere riflessioni, incoraggiamenti e ispirazioni.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Torna in alto

Contattami

Se vuoi contattarmi scrivimi qui, io intanto inizio a versare una tazza di te’ anche per te

Seguimi sui Social

Mi trovi nel mio spazio di terapia online e sui social :