fbpx
Close

Come mantenere la stabilità interiore nel trasferimento all’estero

L’ arrivo in un nuovo Paese e’ intenso quanto delicato: viviamo un cambiamento radicale che da una parte e’ eccitante e dall’altra ci mette duramente alla prova.

La mancanza di punti di riferimento e di legami certi, puo’ creare molta instabilita’: cio’ che in Italia era familiare ora e’ nuovo, cio’ che prima era una certezza ora non lo e’ piu’, e quindi possiamo sentirci un po’ persi.

Inoltre con tutto il tumulto del trasferimento e’ facile perdere il contatto con noi stessi e con cio’ che ci serve.

Ecco perche’ e’ importante prenderci cura di noi 💛

Attraverso il mio lavoro da psicoterapeuta degli espatriati e la mia esperienza personale da expat, ho rintracciato due concetti fondamentali utili in questa grande transizione: la continuita’ e l’equilibrio.

1 La continuita’

Quando cambiamo vita, possiamo avere la tendenza a chiudere con il capitolo precedente e a voltare pagina.

Un po’ come se un grande cambiamento richiedesse per forza un reset completo.

E se da un lato questo puo’ essere “refreshing” come si dice in Inghilterra, e quindi liberatorio e avvincente, dall’altro questo approccio puo’ renderci le cose piu’ difficili.

E’ come se ci aspettassimo da noi un adattamento totale immediato, e questo taglio netto, molto spesso ci destabilizza solamente.

Percio’, la prima cosa che puo’ aiutare a creare un senso di stabilita’ e’ la continuita’.

E la continuita’ si ottiene in due modi:

-Mantenendo nel nuovo qualcosa del vecchio

Continuando a tessere alcuni fili della nostra identita’

In mezzo ad una realta’ completamente nuova quindi, mantenere qualcosa del vecchio vuol dire mantenere alcune abitudini significative per noi in piedi.

Ad esempio: se prima di trasferirci ogni Venerdi sera prendevamo la pizza perche’ ci piaceva un sacco e ci dava la sensazione che il weekeend stesse proprio inziando, ora che siamo nel nostro nuovo Paese puo’ essere importante continuare a farlo.

Le abitudini, quelle nutrienti, hanno un potere rassicurante. E in questa fase ne abbiamo proprio bisogno di rassicurazione, non trovi?

L’altro modo per creare continuita’ ha a che fare col mantenere vivi alcuni aspetti della nostra identita’, perche’ anche questo, ci rassicura e ci ricentra.

Questo significa continuare a portare avanti alcune cose che ci caratterizzano, che ci fanno sentire “noi” e non vogliamo perdere.

Ad esempio, se ci siamo sempre descritti come delle persone sportive, sara’ importante nel nuovo Paese non abbandonare questa attivita’, questa versione di noi stessi e questi pensieri sulla nostra persona.

Ricapitolando, e’ la continuita’ che ci da’ sicurezza!

Quando tutto cambia e’ fondamentale proteggere il nostro senso di solidita’ interna con cio’ che e’ prevedibile, conosciuto e certo.

2 L’equilibrio

Il secondo aspetto che e’ importante considerare nelle transizioni e’ l’equilibrio.

Quando ci trasferiamo, siamo bombardati da stimoli diversi e dobbiamo risolvere mille cose pratiche.

Siamo alle prese con la casa, il lavoro, gli aspetti burocratici.

Siamo impegnati nel decifrare il nostro nuovo mondo e le energie sono tutte spese per affrontare le diverse situazioni che ci capitano.

In questa fase quindi e’ possibile che si creino dei forti squilibri, in cui:

-Il focus e’ spostato tutto sull’esterno e sui problemi da risolvere

-Il lavoro prende uno spazio notevole nella tua vita (se non totale)

-Le responsabilita’ prevalgono sul piacere

Percio’ che possiamo fare? 🙂 Come prima cosa e’ importante accorgercene.

Ci possiamo chiedere: “In questo aspetto della mia vita (scegline uno) quanto equilibrio c’e’?”

Magari ti puoi accorgere che ti stai trascurando, o che i rapporti sociali ti mancano, che ti occupi molto degli altri e poco di te o che lo svago e il riposo li hai messi in secondo piano (o tutte queste cose insieme).

Questa consapevolezza puo’ aiutarti a iniziare ad aggiustare il tiro per:

-Rimettere al centro i tuoi bisogni

-Ricevere supporto

-Ridare spazio alle aree della vita che sono importanti per te

Ripristinando gli equilibri, si ripristinera’ anche il tuo senso di stabilita’ 😉

Per oggi ci salutiamo qui, ma se vuoi continuare a prenderti cura della tua stabilita’ interiore ho due risorse per te:

💛 Il mio libro dove trovi un’intera parte sulle 3 ancore della sicurezza
💛 Il mio percorso gratuito via mail per superare la paura e l’ansia


Ti mando un sorriso,
Giulia

Condividi:

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata.